20 giugno 2008

I deputati neo-democratici canadesi mettono in causa l'amministrazione Bush in relazione agli attentati dell’11 settembre

Articolo tratto dal sito di «Réseau Voltaire».
Traduzione di Pino Cabras

Articolo originale:
Les députés néo-démocrates canadiens mettent en cause l’administration Bush dans les attentats du 11 septembre




Il 10 giugno 2008, Libby Davies ha dato lettura alla Camera dei Comuni del Canada di una petizione di cittadini che si appella all’apertura di un’inchiesta canadese sugli attentati dell’11 settembre 2001.

Deputata di Vancouver, la Davies è stata la prima parlamentare canadese omosessuale ad aver fatto coming out, ed è nota per il suo impegno contro la guerra in Iraq. Presiede il gruppo parlamentare dei 30 deputati del Nuovo Partito Democratico (New Democratic Party, membro dell’Internazionale socialista).

Ecco il testo della petizione :

«Noi sottoscritti, cittadini del Canada, vogliamo attirare l’attenzione della Camera su quanto segue:
Che testimonianze e prove scientifiche dimostrano che il rapporto della commissione d’inchiesta ufficiale sugli avvenimenti dell’11 settembre 2001 è un documento ingannevole e che i suoi autori, siano essi consapevoli o meno, sono colpevoli di occultare gli avvenimenti reali dell’11 settembre 2001. Le prove accumulate dimostrano in modo evidente che le torri 1, 2 e 7 del World Trade Center sono state demolite con l’aiuto di apparati esplosivi e che la teoria ufficiale a sostegno della tesi che le tre torri siano crollate in seguito all’impatto degli aerei e del calore degli incendi susseguiti è innegabilmente falsa.
Noi siamo fermamente persuasi che degli elementi in seno al governo statunitense siano stati complici dell’assassinio di migliaia d’innocenti l’11 settembre 2001. Questo fatto ha portato il Canada a impegnarsi nella presunta “guerra al terrorismo” e a cambiare in peggio la nostra politica nazionale e internazionale. L’11 settembre 2001 continuerà ad avere conseguenze nefaste per tutti se ci rifiutiamo di esaminare i fatti attentamente e in modo obiettivo.

Per queste ragioni, i firmatari della presente petizione chiedono al Parlamento:

1. Di lanciare immediatamente la sua propria inchiesta sugli accadimenti dell’11 settembre 2001 in nome dei 24 cittadini canadesi uccisi quel giorno a New York City.
2. Agire per legge, alla luce della propria inchiesta, aiutando a perseguire i veri colpevoli davanti alle giurisdizioni internazionali.
Per la verità e la responsabilità.»

Ricordiamo che il Parlamento del Venezuela ha adottato una mozione che richiede al presidente Bush delle spiegazioni sulle incoerenze della sua versione degli attentati dell’11 settembre 2001 e che il Senato del Giappone ha rifiutato di inviare nuove truppe nipponiche in Afghanistan fintantoché le accuse dell’amministrazione Bush sulla responsabilità di quel paese negli attentati dell’11 settembre non saranno corroborate da prove.

Sabato 14 giugno 2008.

Aggiornamento del 23 giugno 2008
Il presente post è stato ripreso dal sito del film ZERO: [QUI];

Il post è altresì ripreso sul sito di Megachip: [QUI]

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Non penso che stasera il tg1 aprirà con questa notizia... Complimenti, Pino!

pino cabras ha detto...

Non dico che un tg italiano dovrebbe aprire con questa notizia, però non sarebbe male che comparisse anche nelle pagine degli esteri di qualche quotidiano...
In fondo sta accadendo che ormai se ne parli sempre più apertamente nei parlamenti.

dangp ha detto...

ho visto il servizio su Videolina, speriamo serva a qualcosa.